La battaglia interiore

Hippolyte Flandrin - Giovane uomo nudo seduto in riva al mare
Hippolyte Flandrin – Giovane uomo nudo seduto in riva al mare

L’energia nella sala Artemide dell’Hotel Castello dove si svolgeva la conferenza con Lee Carroll era molto intensa. C’era un’atmosfera allegra e rilassata, ma anche di grande attenzione.
Io mi sentivo perfettamente a mio agio. La pesantezza che avevo sentito la prima sera a Catania, appena tre giorni prima, era completamente svanita. Tutto stava andando nel migliore dei modi e finalmente potevo ammettere che decidendo di seguire Lee Carroll anche a Castel San Pietro avevo fatto la scelta migliore.
Ripensando all’evento di Milano Marittima, appena un anno e mezzo fa, mi rendevo conto che da allora c’era stata una grande crescita, non solo mia. Si respirava un’aria molto più leggera, tutto era più fluido, più elegante, e indubbiamente anche la location era stata scelta molto meglio, sia per la vicinanza con Bologna, ad appena venti minuti di treno, sia per la comodità della sala e dei dintorni.
Quel sabato non avevo particolari aspettative, dato che ero convinto di aver già ottenuto la guarigione richiesta, ed ero aperto a vivere nel momento assaporando qualunque cosa quell’esperienza mi avesse donato. Grazie ai video sottotitolati in italiano che Luca Ferretti − l’organizzatore dell’evento − ed il suo staff di traduttori avevano prodotto a ritmo incalzante negli ultimi mesi, ero perfettamente al corrente dei recenti insegnamenti di Kryon, e non mi aspettavo particolari novità. Ma sicuramente mi avrebbe fatto piacere trovare nelle canalizzazioni di quei giorni qualche istruzione o qualche consiglio specifico che si adattasse alla mia situazione personale di quell’ultimo periodo, così come mi era successo nel 2013 a Milano Marittima. In ogni caso, al di là del contenuto di ciò che Kryon avrebbe detto, sapevo che ciò che contava durante le canalizzazioni era percepire l’energia che si creava e sintonizzarsi con essa, e che così facendo tutte le informazioni necessarie sarebbero arrivate in modo non lineare, a prescindere dalla comprensione intellettuale che si riusciva ad avere sul momento.
Come ho detto, l’energia nella sala era molto elevata per tutto il corso del seminario, ma quando Lee Carroll si sedeva sulla sedia avveniva una sorta di salto quantico e l’arrivo di Kryon e del suo “entourage” angelico poteva percepirsi tangibilmente.
Sabato pomeriggio in particolare l’energia acquisì una tonalità particolare. Non appena Lee si sedette per la canalizzazione fui avvolto da una dolcezza amorevole particolarmente intensa. Percepii che i quattro arcangeli, Michele, Raffaele, Uriel e Gabriele, con cui sono entrato in contatto consapevolmente da diversi anni e con i quali lavoro quotidianamente, si mettevano alle mie spalle.
«Stai tranquillo,» mi disse Kryon. «I quattro arcangeli sono i tuoi guardiani, i tuoi protettori, e sono sempre con te dovunque tu sia.»
Mi resi conto che erano presenti anche i miei genitori, morti alcuni anni fa, ed ero molto contento che fossero presenti.
Anche questa volta le prime parole di Kryon confermarono la mia percezione.
«Vi saluto miei cari, sono Kryon del Servizio Magnetico. L’energia è dolce. Ora il mio partner si mette di lato e in questo momento l’energia è dolce.»
Era proprio così, l’energia era davvero molto dolce. Questa conferma mi aiutò ad aprirmi completamente al messaggio che stava arrivando, e compresi subito che quello era proprio il messaggio per me, il messaggio che desideravo sentire. Parlava della battaglia interiore che le vecchie anime stavano combattendo.

«Vi abbiamo detto che avete superato la linea del 2012,» iniziò a spiegare Kryon, «e poi abbiamo iniziato a parlarvi della Nuova Energia. Abbiamo cominciato a dirvi che la luce sta cominciando a vincere sull’oscurità, e che l’oscurità ha paura e sta aumentando per combattere la luce, come non ha mai fatto prima. Ecco che cosa vi abbiamo detto.
E poi vi abbiamo detto che avreste cominciato a ricalibrarvi a livello personale, ed è di questo che vogliamo parlare. Vogliamo darvi una premessa che non vi abbiamo mai dato: la battaglia comincia dentro di voi. La vecchia energia comincia a cambiare sul pianeta. E voi? Non ne abbiamo mai discusso prima in questo modo.
Voglio che ci pensiate nei termini di luce e oscurità. Nella vostra coscienza c’è un equilibrio che c’è sempre stato, una vita dopo l’altra. C’era molta luce e molta oscurità, e voi l’avete combattuta! Più vite avete vissuto, più siete diventati consci di questa battaglia. Non l’avete vinta, ma almeno ne eravate consapevoli. E adesso arriva questa nuova energia, e l’equilibrio tra la luce e l’oscurità della vostra dualità sta cambiando. Come posso spiegarvelo? Non è una sensazione normale, perché all’improvviso c’è meno oscurità, ma invece della luce che potrebbe sostituirla, sembra quasi che ci sia un vuoto, e interiormente inizia una battaglia, perché voi non siete abituati a questo. Invece di riempire il vuoto con la luce, alcuni di voi continuano a lottare come se nulla fosse cambiato. E inizia la battaglia interiore. Vi sto dicendo che dentro di voi l’equilibrio tra l’oscurità e la luce è cambiato, e per qualcuno di voi ciò è scomodo. Qual è la prima reazione quando avviene una cosa del genere? Un giorno vi svegliate e di colpo sapete che qualcosa è cambiato. Non lo riconoscete subito come un cambiamento dell’equilibrio tra la luce e l’oscurità. Non sapete che cos’è. Semplicemente è diverso, e a quel punto arriva la paura. Gli esseri umani sono in modalità di sopravvivenza, e quando sentono che le cose non vanno per il verso giusto, come risultato arriva la paura. Ma vi abbiamo detto che la paura blocca la luce. E questa è la prima reazione.
Miei cari, come avete gestito questa cosa fino ad ora? Ora vi darò la migliore notizia che abbiate mai ricevuto: tutto quello che avete fatto in tutte le vostre vite, ora porta la sua ricompensa. State cominciando a vincere nell’equilibrio tra la luce e l’oscurità. Rendetevi conto che appena cominciate a considerare questa nuova relazione fra l’oscurità e la luce, quella che considerate la natura umana cambierà. Ed è lì che inizia la compassione, ma dovete esserne consapevoli, e molti di voi lo temono. È diverso dal solito e quindi ne avete paura. La prima cosa che vi chiedo è di stare calmi, continuate pure a sentirvi a disagio, ma state calmi. Non riesco a dirvi quanto sia importante restare calmi, e dovete capire che questa battaglia fra la luce e l’oscurità è stata vinta. C’è semplicemente più luce, e questo vi sconvolge solo perché non siete abituati. Voi siete così, e ora state ascoltando la mia voce e perciò vi chiedo di reclamare la luce che è vostra. Non consideratelo un problema, non consideratelo un vuoto, riempitelo con la luce che è vostra. Qui si tratta di avere coraggio. Si tratta di capire, e non è facile, di rendervi conto che voi state cambiando. La biologia comincia a reagire al cambiamento, e dipende da come voi la trattate. A volte la vostra biologia si indebolisce, e so che alcuni di voi sanno perfettamente ciò che sto dicendo. Sembra che da quando è arrivato il 2013 siate sempre ammalati, in un modo o nell’altro. La vostra energia è bassa e non sapete cosa sta succedendo. Ma la vostra biologia sta reagendo all’equilibrio tra luce e oscurità. La vostra biologia vi sta ascoltando e quindi se voi avete paura reagirà anche lei e diventerà più debole. Ecco che cosa sta accadendo proprio ora a molti di voi. È una battaglia interiore per riconoscere la luce.
“Ma perché è così difficile? Perché devo ricalibrarmi?”, potreste chiedermi.
Perché finalmente, dopo tutti questi anni, avete ciò che avete chiesto, e c’è più luce dentro di voi rispetto all’oscurità, e voi non sapete come ci si dovrebbe sentire, ed è ora che lo sappiate. Voglio che vi vediate nella luce, voglio che vi vediate potenti, e se potete farlo il vostro corpo comincerà a reagire. La biologia inizierà a correggersi da sola. Quando siete deboli il vostro sistema immunitario si indebolisce a sua volta e vi accadono ogni tipo di cose. Chi mi ascolta sa esattamente di cosa sto parlando. È arrivato il momento che assumiate il controllo e riconosciate: “Io sono più luce di quanto non sia mai stato”, e “nella mia vita ho più luce ora di quanta ne abbia mai avuto”. In questo modo la biologia vi ascolterà e la vostra forza inizierà a tornare.
Io so chi c’è qui, io so chi mi ascolta. E qualcuno di voi ha veramente bisogno di ascoltare queste parole, perché vi state preoccupando.
E poi passiamo al prossimo punto. Cosa vi accade a livello mentale? Se avete paura che la vostra biologia non funzioni, e se non riconoscete cosa sta accadendo, vi viene l’ansia, vi agitate, vi manca il sonno, tutte queste cose, e pensate «Non è giusto! Ma come, c’è questa meravigliosa nuova energia, e io sto male?» Io so davvero chi è qui presente, miei cari. È tutto collegato.
Vi chiediamo di adeguare il vostro atteggiamento, perché capiate che state vincendo la vostra battaglia. Quindi ricalibratevi sulla luce che è vostra. Non avete mai avuto così tanta luce prima.
Noi continuiamo a dire luce, ma forse possiamo usare un’altra parola per capirci meglio: l’energia della Sorgente Creativa vi sta riempiendo in un modo che voi non riuscite a riconoscere. Dio dentro di voi non è mai stato così grande, ma a voi sembra strano, e quindi vi preoccupate, e a livello mentale e intellettuale cominciate a lavorare su questo enigma. Voi cercate di capire, ma in generale non state facendo un grande lavoro e state perdendo il sonno. Qualcuno di voi si riconosce?
Anche a livello spirituale siete preoccupati. Avete paura che stiate perdendo le vostre credenze e siete preoccupati. Vi chiedete se state facendo la cosa giusta oppure no. Vi sentite diversi e quindi pensate che state sbagliando qualcosa. Vi sentite diversi e quindi non permettete che la luce entri. Vi preoccupate, avete paura, vi sentite ansiosi. La vostra biologia comincia a cambiare.
Miei cari, vi state semplicemente ricalibrando nel modo più bello, se vi permettete di farlo e di sentire questa Sorgente Creativa che arriva. E non preoccupatevi per la vostra spiritualità. Voglio che voi celebriate. Celebrate! Nei vostri momenti di calma, voglio che vi congratuliate con voi stessi perché siete riusciti a superare questi momenti così difficili.
“Caro Dio grazie, perché io sento la luce in me. Caro Dio non sono più preoccupato, non ho più paura. Ora so che cosa sta succedendo e che cosa accadrà”. Questo influenzerà il vostro legame con Dio, la vostra connessione con Dio. La nuova natura umana, dove c’è un diverso equilibrio fra luce e oscurità, vi permetterà di connettervi meglio. Entrerete in meditazione e saprete che state tenendo la mano allo Spirito, lo sentirete. Saprete che fate parte della famiglia, saprete che non siete soli e che tutte le cose che avete chiesto, la connessione che volevate, quella che non avete mai avuto davvero, è proprio dietro l’angolo, e vi aspetta. È lì che vi aspetta.
Perché l’umanità si preoccupa del cambiamento? È quello che avete chiesto, eccolo qua. Vi state riempiendo di luce.
Per chiudere vi do questo consiglio. Qui c’è una nuova natura umana. È una natura umana che non si preoccupa di sé. È una natura umana che si equilibra da sola, che smette di essere intellettuale e non analizza più ogni singolo cambiamento. È quella che sorride di gioia perché sa che il cambiamento è buono. È quella che rafforza la sua biologia e non ha più paura dell’equilibrio tra luce e oscurità, e comincia a rendersi conto che c’è questa possibilità di un cambiamento potente. Ed è il cambiamento che vi rimette in equilibrio. Non c’è più la battaglia interiore. Tutto questo è finito. Adesso si tratta di voi. La dualità sta cambiando. Riuscite a sentirlo? Ve lo abbiamo già detto, un vento fresco e nuovo sta soffiando, e le vecchie anime lo sentono, sanno che sta arrivando, e finalmente si possono rilassare e possono dire: «Sì! È quello che volevamo. È quello che aspettavamo, e quindi io sono pronto”.
Il primo passo per il cambiamento planetario è il cambiamento personale. E il primo passo per il cambiamento personale è rilassarsi in questa nuova natura umana, senza timore. Siete pronti a farlo?
Vecchie anime, io so chi è seduto qui. Alcuni di voi sono così pronti per questo! Qualcuno di voi aveva solo bisogno di ascoltare questo messaggio. Sappiate che non c’è niente di sbagliato in voi, dovete solo abituarvi al fatto di avere più luce. Vi sentite diversi. Questa cosa non l’avete mai vissuta prima. Ecco perché noi amiamo l’umanità, perché siamo con voi da molto tempo, e tutto questo l’abbiamo già visto prima. Sappiamo cosa state passando ed è davvero molto eccitante. La connessione è diventata più forte. E così è.»

Ciò che Kryon diceva descriveva bene i problemi fisici e interiori che come molti altri anch’io avevo avuto in questi ultimi mesi, e le sue spiegazioni e i suoi consigli erano come un balsamo per la mia anima e il mio cuore. Ogni sua parola risuonava con le mie corde più profonde, ed ero pronto a recepire il suo messaggio e iniziare a rilassarmi nel cambiamento. Grazie al mio buonsenso spirituale non mi aspettavo che dall’oggi al domani le cose nella mia vita cambiassero radicalmente, ma davvero mi sentivo uno di quelli che, come aveva detto lui, erano pronti e avevano solo bisogno di ascoltare il suo messaggio. Ero pronto a far entrare la Sorgente Creativa, a reclamare la mia luce e il mio potere.
Il giorno successivo fu ancora un crescendo, e nell’ultima canalizzazione prima della chiusura Kryon ci descrisse uno splendido affresco dell’evoluzione della nostra galassia, rivelandoci che fin dalla sua creazione, avvenuta cinque miliardi di anni fa, l’umanità che ora è sulla Terra è stata su innumerevoli altri pianeti facendoli ascendere l’uno dopo l’altro. Certo, va tenuto presente che Kryon, attraverso Lee Carroll, cerca di rendere in maniera lineare comprensibile al pensiero umano delle verità che non sono lineari bensì multidimensionali, al di là del tempo e dello spazio. Ma è sicuramente rassicurante sapere che siamo degli specialisti dell’ascensione e che sicuramente anche questa volta riusciremo a fare un ottimo lavoro.
Ormai è passato quasi un mese dall’incontro con Kryon, e il mio cambiamento interiore inizia ad essere più percepibile. La mia biologia sta migliorando. Mi sento abbastanza bene, ho finito il mio giro di visite ed esami medici iniziato a novembre, non è risultato nulla di particolarmente preoccupante e ieri il cardiologo ha constato che la terapia ha ottenuto buoni risultati e mi ha fissato la prossima visita di controllo tra un anno.
Nel mentre sto iniziando a orientarmi nella nuova realtà, sto facendo entrare più luce per colmare il vuoto lasciato dall’oscurità, sono sempre più convinto che i tempi delle battaglie son davvero finiti e riesco più spesso a rilassarmi nella mia nuova natura umana senza timore. Senza aver fretta, mi aspetto grandi cambiamenti nella mia vita, e sono sicuro che saranno cambiamenti benevoli e gratificanti. E, come è vero per tutte le vecchie anime, penso davvero di averli meritati.

Nota: il testo in corsivo è una mia sintesi della canalizzazione di Kryon La battaglia interiore, data a Castel San Pietro sabato 18 aprile. Trovate il testo completo a questo link: http://www.entourage-di-kryon.it/la-battaglia-interiore-18-aprile-2015-bologna
L’audio di tutte le canalizzazioni date in Italia lo trovate invece a questo link: http://www.stazioneceleste.it/kryon.htm#Audiio

Precedente Sopra il vulcano Successivo Il branco delle foche. 1

6 commenti su “La battaglia interiore

  1. alex il said:

    ciao momi.. sono il ragazzo sardo che ti chiese consigli su dove andare in peru per l aya…
    be ti volevo dire che sono andato x un mese a novembre da una sciamana molto brava… ho fatto tantissime ceriomonie.. sono stato da dio per un periodo..
    poi da gennaio a oggi che ti scrivo sono nella merda-)
    periodo difficilissimo… leggere questo post mi da fiducia…
    the dark side è come una belva ferita.. cerca di divorarmi.. ho perso fiducia in tutto per un periodo… ora pian piano va meglio…
    mi ricordo una tua frase: sei pronto ad affrontare te stesso nei tuo lati piu oscuri??
    be.. che dire.. e davvero incredibile..
    cmq questo post mi ha dato fiducia … grazie veramente…
    io problemi fisici quasi zero.. piuttosto la mente tende sopraffarmi e a farmi vivere in una bolla illusoria.. auto giudizio e poco amore verso me stesso.. e apatia assurda..
    d altronde se fosse facile l ascensione nn sarebbe bello-)
    namaste…

    • Grazie della tua condivisione. Mi fa piacere che il mio post ti abbia incoraggiato. Quanto all’apatia … è uno dei sintomi di questi ultimi mesi! Per come lo interpreto io, è un po’ come un computer che sta facendo un aggiornamento di sistema e finché non finisce non può funzionare. Ma una volta terminato l’aggiornamento ovviamente le sue prestazioni saranno migliorate. Un abbraccio

      • Piemme il said:

        Ciao Momi
        a proposito di apatia è normale che a questi momenti particolari si alternino stati di “energia” come se mi ricaricassi di energia alla Deagon Ball?
        Mi è già capitato un paio di volte…

        • Beh, in generale la ricalibrazione implica squilibri più o meno marcati in tutti gli aspetti della nostra vita, perciò quello che hai sperimentato credo che sia del tutto normale (nell’anormalità di questa fase di transizione!)

  2. Piemme il said:

    Ciao Momi

    come Alex anch’io sto vivendo un periodo di apatia, ma il tutto è dovuto a problemi di natura perlopiù “terrestri”…

    Belli questi tuoi racconti, mi domandavo come mai Lee Carroll avesse scelto di venire proprio in Italia.
    Soprattutto, perché ha scelto un luogo come l’Etna?
    Secondo te c’è un motivo particolare a parte l’energia del posto?

    • Lee Carroll sta girando tutto il mondo. La mattina prima della conferenza di Catania era ad Istanbul e dopo Castel Bolognese è andato a Monaco.
      Per quanto riguarda l’Italia , Kryon ha spiegato che è una delle regioni “speciali” della terra, insieme ad Israele, Tibet e alcune altre, perché da queste regioni si è diffusa la maggior parte della spiritualità attualmente esistente sul pianeta. Se vuoi approfondire ascolta la canalizzazione breve di domenica a Castel Bolognese.
      L’Etna poi è il vulcano attivo terrestre più alto della Placca euroasiatica, e riveste perciò sicuramente un’importanza particolare, anche se Lee Carroll non ha dato ulteriori spiegazioni in merito.
      Un abbraccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.