Conferenza Interstellar: Antea

Preghiere tibetane

Sabato scorso, il 17 marzo, abbiamo tenuto l’annunciata conferenza esperienziale di contatto Progetto Interstellar. Nonostante il numero (una novantina) e la diversità delle persone che hanno scelto di partecipare, si è creato un campo energetico condiviso estremamente potente e armonioso, come se ognuno, più o meno consapevolmente, sapesse benissimo quello che era venuto a fare in un raduno di antichi sciamani e starseed.
Alessandra Renoldi, che ha preparato la conferenza insieme a me, Francesca Erriu e Roberto Sanna, ha raccontato di essere una walk-in pleiadiana, Antea, che come previsto da un precedente accordo, è entrata sette anni fa in un veicolo fisico umano lasciato a disposizione da chi originariamente lo abitava, cioè Alessandra.
La sua memoria, però, la piena consapevolezza di sé stessa non è ancora entrata nella densità della fisicità terrestre, perciò per, avere un messaggio più completo da parte di Antea, lei stessa l’ha canalizzata col mio sostegno nel corso della conferenza.
Nel video che segue potete ascoltare ciò che ha detto dei suoi fratelli e delle sue sorelle delle Pleiadi.

Precedente Le sale di pietra circolari Successivo Conferenza Interstellar: Beatrix

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.