Progetto Interstellar

Dove: Caesar’s Hotel (Sala Giulia) − Via Charles Darwin 2/4, Cagliari

Quando: sabato 17 marzo 2018 – registrazione: 15,45-16,15, conferenza: 16,15-20,15 (è prevista una pausa caffè attorno alle 18) – a conferenza iniziata l’ingresso non sarà più consentito

Info e adesioni: [email protected] – 346-0639345 (solo WhatsApp o SMS)
       nota bene: indicare nome e cognome, mail e cellulare di ogni partecipante

LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA MA È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE

Fin dalle origini le civiltà evolute della nostra galassia hanno aiutato l’umanità terrestre a progredire nel proprio cammino evolutivo. Le dimensioni in cui queste civiltà esistono sono più rarefatte della nostra ed è possibile entrare in contatto con esse connettendosi consapevolmente con il campo informato di coscienza ed energia di cui tutti facciamo parte. Questo processo, comunemente noto come “canalizzazione” o “channelling”, è una sorta di ipercomunicazione telepatica. Attraverso questa modalità siamo entrati in comunicazione con alcune di queste civiltà galattiche, in particolare con i fratelli e le sorelle di Sirio, delle Pleiadi e di Arturo, e siamo stati contattati anche da una civiltà finora sconosciuta sul nostro pianeta, la civiltà dei Saar, i Viaggiatori della Galassia, che si sono presentati come i genitori spirituali dei sardi. Nel corso di questi ultimi anni i Saar ci hanno raccontato del loro arrivo in Sardegna e di come abbiano insegnato agli antichi sardi a costruire i santuari megalitici padroneggiando l’energia, e a creare una civiltà spiritualmente evoluta − inclusiva e rispettosa di tutti gli esseri umani e non umani − aiutandoli a intessere una preziosa rete di scambio e comunicazione con le altre popolazioni stellari.
Questa storia e queste conoscenze fanno parte del patrimonio genetico dei sardi, ed è arrivato il momento di riportarle alla luce così che i sardi possano riprendere il loro posto nella fratellanza dei popoli delle stelle. La nostra conferenza vuol essere una tappa di questo cammino. Desideriamo condividere questi contatti attraverso le nostre esperienze, che hanno sorpreso e talvolta sconcertato per primi noi che le abbiamo vissute in prima persona.

Lo scopo della conferenza non è solo quello di raccontare a grandi linee queste esperienze, ma soprattutto di permettere ai partecipanti di sperimentare – o approfondire – un contatto e una comunicazione con l’antica civiltà megalitica sarda e con i popoli delle stelle attraverso alcune meditazioni condivise e alcune canalizzazioni dal vivo.
La conferenza perciò si rivolge a chi in un modo o nell’altro è già in risonanza con queste prospettive e sente un’attrazione o un particolare legame con i popoli delle stelle e con la spiritualità degli antichi sardi.
Chi invece partecipasse solo per curiosità e con un approccio speculativo o addirittura scettico ai temi trattati si sentirebbe probabilmente a disagio e resterebbe deluso, anche perché non ci sarà lo spazio per approfondimenti teorici o discussioni che saranno benvenute in altre sedi.

Precedente La rete rettiliana Successivo Le sale di pietra circolari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.