Il 2013 secondo Kryon

Come ho già accennato in un altro post, da diversi anni seguo assiduamente i messaggi di Kryon, un’entità angelica molto elevata che dal 1989 comunica attraverso alcuni canali “autorizzati”, il più noto dei quali è l’americano Lee Carroll. Nell’ottobre del 2011, inaspettatamente, ho avuto un contatto personale con Kryon che da allora è intervenuto spesso nelle mie meditazioni e in particolare mi aiuta e mi sostiene nel mio lavoro con gli altri. È naturale quindi che per cercare di capire meglio cosa è davvero successo il 21 dicembre del 2012 e cosa ci aspetta nel prossimo futuro mi sia rivolto alle sue illuminanti spiegazioni.

Ciò che Kryon ha detto all’inizio del 2013 non lascia adito a dubbi: «Ci sarà qualcuno adesso che dirà: “Bene, ora che abbiamo superato la linea del 2012, che succede?” Voglio che vi fermiate e guardiate che cosa avete fatto. Perché, per poter guardare avanti, dovete capire che cosa sta dietro di voi. Dietro di voi c’è l’aver battuto un’energia vecchia, al di sopra e al di là di ciò che qualunque profezia vi abbia mai ritenuto capaci di fare.»
La vecchia energia, l’energia della dualità, l’energia senza luce e senza saggezza, è stata sconfitta definitivamente, e non c’è alcun rischio che si torni indietro. A detta di Kryon questo è un risultato straordinario, «assai più significativo di quanto ognuno di voi si renda conto. Molti stanno osservando da lontano, in uno stato quantico, e si sta festeggiando.»
Perché allora la maggior parte di noi — anche chi da tempo, magari da molti anni, è in un cammino di ricerca spirituale — sta attraversando un momento estremamente difficile, di confusione e spesso di malessere, e anche nella società le cose sembrano andare nella direzione peggiore?
La crisi economica sta riducendo alla fame milioni di persone, i conflitti sociali si acuiscono, la Corea del Nord minaccia la guerra nucleare, i suicidi, gli omicidi e le stragi, come quella di Boston, sono all’ordine del giorno, chi detiene il potere è sempre più arroccato nelle sue posizioni surreali e anacronistiche — come dimostra bene la penosa farsa recitata in questi ultimi mesi dai politici italiani — e usa gli esseri umani come insignificanti pedine di un perverso gioco al massacro. Altro che nuova era — verrebbe da pensare — l’umanità sembra avviarsi sempre più velocemente sulla strada dell’autodistruzione.
Per fortuna Kryon non ci illude con facili buonismi e non ci indora la pillola: «La vecchia energia si agiterà e darà del filo da torcere e non se ne andrà facilmente verso il tramonto a capo chino» dice infatti. «La vecchia energia combatterà, perché vuole rimanere ancora. Non crederà che ci sia stato un cambiamento, ma si dimenerà nello squilibrio per un po’, mentre inizierà a rendersi conto di non essere più così potente. Questo per voi sarà sgradevole. Come un bambino che non ottiene ciò che vuole, le vecchie modalità del buio invaderanno ogni possibile spiraglio della vita. La vecchia energia si batterà per la propria vita e la propria sopravvivenza e percepirà che le cose non sono più le stesse. Perciò, quando la vedrete impennare la sua brutta testa, non decidete che il 2013 non è quello che pensavate. Quando vedrete ulteriore squilibrio sul pianeta, persino alcune cose che non vi aspettavate —e di sicuro ce ne saranno — non alzate le braccia dicendo “Ci risiamo. Non abbiamo fatto la differenza”. Perché l’avete fatta. Questo genere di cose funziona lentamente.»
A rendere il quadro apparentemente più fosco, Kryon aggiunge: «Sembra che certi esseri umani stiano diventando matti e che qualcuno si spinga fino al punto di sparare ad altri bambini umani. Altri si comportano in modo folle, senza alcun senso, e viene da chiedersi che cosa stia mai succedendo all’umanità. Non sembra tanto diverso da quello che vedete ogni mese e che chiamate luna piena. Siete consapevoli della luna piena, no? È un momento insolito, in cui la presenza della luna, in una determinata fase, crea un apparente squilibrio nella gente. Coloro che sono in bilico, spesso oltrepassano il limite e fanno cose che non farebbero mai, se non fosse per la luna piena. Ora c’è qualcosa che devo dirvi e che non è piacevole: preparatevi per un anno di energia della luna piena! È questo il tipo di energia che state vedendo. Alcuni vi diranno che la Terra sta entrando in uno stato disturbato. Vi diranno che questo è ciò che hanno sempre detto le profezie e che la gente si sta squilibrando. Cosa risponderete voi? No, non sta succedendo? Sembra proprio di sì! Ma ciò che sta davvero succedendo è che la vecchia energia si agita, perché non riesce a credere che abbiate vinto voi! E avete vinto!»
E spiega anche: «Pensate per un momento ai signori dell’avidità, quelli che si guadagnano da vivere ingannando gli altri. Essi credono di conoscere così bene la coscienza umana, che tutto ciò che devono fare è agitare il loro dito in un certo modo per poter ingannare quasi chiunque. Vivono la vita truffando. Sapevate che questo non funzionerà più? Come pensate si sentano? È in gioco la loro stessa sopravvivenza. Dato che nemmeno le vecchie modalità funzionano, ora essi tenteranno altre cose. È di questo che sto parlando e vedrete un mucchio di cose oscure che si oscureranno ulteriormente, perché coloro che hanno investito in esse stanno iniziando a rendersi conto che quello che facevano prima non funziona più. Dunque vi toccherà tollerare alcune follie, per un po’. Alcune di esse saranno più vicine a voi di quanto crediate. Quando le vedrete, voglio che ricordiate queste mie parole. È un anno di energia di luna piena o, quantomeno, è questa la sensazione che darà.»
«Aspettatevi i problemi che si verificheranno» conclude Kryon, «non siatene sorpresi. Lasciate che l’umanità si agiti come fa con la luna piena. Lasciate che i folli vengano fuori e facciano quel che faranno. Cercate di aiutare chi sarà coinvolto. Tenete la mano a quelli che ne avranno bisogno. Ma capite che questo è momentaneo, perché voi avete vinto la battaglia più importante, carissimi! È adesso che ha inizio il lavoro. Non si tratta di fare, ma piuttosto di essere. In questi momenti e in questi mesi, voglio che tu sia consapevole di chi sei, vecchia anima. Sei venuta qui per un motivo. Non stai combattendo il sistema e non ne sei vittima. Anzi, stai lentamente diventando il sistema. Butta via queste cose che ti hanno disturbato. Nega loro il potere sulla tua mente e sul tuo corpo. Dì loro di filarsela. Hai del lavoro da fare, e questa è la verità oggi.»

Fin qua Kryon descrive la parte difficile e sgradevole del cambiamento in atto, un periodo di ricalibratura e di adattamento, mentre la Terra entra lentamente in una nuova energia, come se si spostasse al sole venendo dall’ombra. Si tratta comunque di un cambiamento che segna l’inizio di una nuova era per il pianeta e per l’umanità, un tempo in cui la predominanza dell’oscurità che finora per tutti noi è stata purtroppo “normale” per fortuna non lo sarà più. «Finora avete lavorato arrancando nel catrame di un’energia vecchia» dice Kryon, «ma quella non era altro che sopravvivenza. Ora il catrame sta iniziando ad andarsene e comincia il risveglio. Avete sempre combattuto contro la vecchia energia, in continuazione, nel corso di varie vite! Siete sempre dovuti stare in allerta, fin da quando avete compreso la dualità. Questo non è normale. Lasciate che vi descriva il nuovo normale. Normale è una terra, un pianeta, che è entrato in un periodo transitorio di energia, in cui le idee che voi avete come vecchia anima ora hanno merito e valore. È quasi come se fosse uscito il sole su una zona buia e le cose che prima non funzionavano, d’improvviso funzionano. Questo è il nuovo normale. Normale, adesso, sarà un tempo in cui non dovete più svegliarvi e arrancare in mezzo alla confusione.»
E ancora: «C’è un’energia strana, inquietante, quando la tenebra inizia a diminuire, perché siete cresciuti combattendola e ora cominciate a sentirne la mancanza. Alcuni di voi ci si erano proprio abituati! Alcuni di voi ne sono dipendenti, perché voi spingete e lei spinge di rimando. Voi vedete questa caratteristica come equilibrio! Quando essa non spinge di rimando come vi aspettate, tendete a sentirvi a disagio e perdete l’equilibrio. Dunque, c’è un’energia fastidiosa persino nella vecchia anima. Non siete ben sicuri di cosa stia accadendo. Perciò, noi vi diciamo, rilassatevi, respirate, siate pazienti e ricalibratevi lentamente su una nuova energia che non spinge di rimando altrettanto forte, così saprete come agire in essa. Le cose potrebbero sembrare un po’ fuori equilibrio e ancora non sapete dove si poserà l’energia. Non siete realmente sicuri di quello che dovreste fare dopo e io, nel frattempo, vi dico di prenderla con calma, fare una vacanza, rilassarvi ed essere pazienti. Vecchia anima, sei arrivata troppo avanti in questo cambiamento, per preoccuparti della sensazione che ti da.»
«Utilizzate lo strumento della pazienza» ribadisce Kryon. «Non fatevi l’idea che le cose non stiano succedendo abbastanza velocemente. Fate invece una pausa. Fate uno o due respiri, come diciamo sovente, e poi fermatevi e riposate. Guardate a ciò che è successo e prendetevi un momento per ringraziare gli antenati che vi hanno portato qui. Prendetevi un momento per onorare vostro padre e vostra madre, che siano vivi o meno,  che credano o meno in queste cose o che siano stati buoni con voi oppure no. Ringraziateli per avervi portato qui. Perché dall’altra parte del velo, miei cari, ancora prima di arrivare qua, essi sapevano che cosa stavano facendo. Prendetevi un momento per onorare Gaia per avervi condotto in questo luogo, in cui l’energia del pianeta può ora iniziare ad allinearsi con voi, come fece con gli antenati, poiché comincerete a vedere un risveglio del suolo del pianeta. Gettate via le paure e le preoccupazioni e mettetele in un vaso metaforico per un po’. Occasionalmente, potete tirare fuori quel vaso e preoccuparvene, ma non lasciate che sia il vostro punto focale. Il punto focale dovrebbe essere chi siete voi, perché siete venuti, che cosa arriva ora per il pianeta e la comprensione totale che voi non siete soli.»

Come sempre, leggendo o ascoltando una canalizzazione, non è necessario credere a tutto o essere d’accordo su tutto. Non si tratta di verità rivelate o di dogmi. Si tratta di scegliere quello con cui ci sentiamo in risonanza, di cogliere quei suggerimenti che possono aiutarci a stare bene e a comprendere meglio quello che sta accadendo dentro e fuori di noi, nella nostra vita e nella società.
In questo momento tanti si sentono bloccati, non sanno cosa fare, non riescono a decidere quale dovrebbe essere la loro prossima mossa. Si rendono conto che qualcosa è cambiato, che le cose non funzionano più nei vecchi modi, ma non sanno come dovrebbero farle funzionare.
Personalmente, per superare o almeno attenuare la confusione ho trovato preziose le spiegazioni di Kryon, e mi trovo pienamente d’accordo con lui quando dice: «Dunque, parliamo di cosa fare adesso. Voglio che facciate una vacanza e impariate ad amarvi! Questo dovrebbe essere il lavoro principale del 2013!»
Amare sé stessi. Totalmente e incondizionatamente.
Questo è anche il punto chiave su cui è tornato più volte ultimamente il Professor Adamus, canalizzato da Geoffrey Hoppe. E proprio delle sue lezioni più recenti parlerò nel mio prossimo post.

Per chi volesse approfondire, ecco le canalizzazioni (coi rispettivi link) da cui ho attinto per la stesura di questo post:

Il 21 e 22 settembre 2013 Kryon  — canalizzato da Lee Carroll  — verrà in Italia per la prima volta, a Milano Marittima. Se volete conoscere i dettagli cliccate qui: http://www.entourage-di-kryon.it. Io ci sarò.

Precedente Viaggio in Perù. 13: Un anno dopo Successivo Il sogno dell’anima

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.